Il gruppo antimilitarista in Paraguay respinge la creazione del Consiglio nazionale dell'obiezione di coscienza.

26.03.2018

Serpaj, che ha lavorato a stretto contatto con WRI e attraverso RAMALC - la rete antimilitarista in America Latina e nei Caraibi - ha respinto la creazione del Consiglio nazionale dell'obiezione di coscienza (Consejo Nacional de Objeción de Conciencia [CNOC]) in Paraguay, e afferma non riconoscono la loro autorità.
Serpaj sostiene che la creazione del consiglio viola gli articoli 129 e 24 della Costituzione, perché richiederà ai giovani che dichiarano la loro obiezione di coscienza giustificare e spiegare le loro ragioni per richiedere la carta. In effetti, l'obiettore non dovrebbe aver bisogno di spiegare le loro motivazioni per richiedere lo status di CO.